NewsLinea guida batterie TB50 e TB55 (Aggiornato – 19 dicembre 2018)

https://i2.wp.com/eurodrone.online/wp-content/uploads/2018/12/download-2.jpeg?fit=310%2C163&ssl=1

Linea guida utente TB50 e TB55 (Aggiornato – 19 dicembre 2018)

Premessa

DJI ha rilasciato un aggiornamento del firmware il 16 novembre 2018 in seguito a segnalazioni di un piccolo numero di batterie TB50 e TB55 che mostravano livelli di potenza errati che hanno portato alla perdita di potenza durante il volo. L’aggiornamento del firmware risolve un raro problema che riguarda l’algoritmo di calcolo dello stato di carica della batteria (SOC) incorporando le seguenti misure conservative elencate di seguito che servono a migliorare il sistema di gestione della batteria e ottimizzare l’alimentazione durante il volo.

Il 19 dicembre 2018, DJI ha rilasciato nuovi aggiornamenti del firmware che servono per indirizzare un piccolo numero di segnalazioni di utenti di droni Matrice serie 200 che hanno riscontrato un ritorno anticipato (RTH) o un atterraggio automatico (AL). Questi casi sono il risultato di falsi allarmi scatenati dalle misure conservative che DJI ha implementato a novembre. Questo nuovo aggiornamento del firmware (v01.02.0301) migliora ulteriormente la precisione dell’algoritmo del sistema di gestione della batteria per migliorare l’esperienza dell’utente senza compromettere la sicurezza del volo e l’affidabilità del prodotto che rimangono le priorità principali di DJI.

Per le batterie TB55 utilizzate con i droni della serie M200, l’aggiornamento del firmware imporrà queste nuove protezioni della batteria:

Riscaldamento supplementare della batteria prima del decollo (S1)

Il riscaldamento aggiuntivo impedisce alle batterie di spegnersi improvvisamente a basse temperature. La temperatura di entrambe le batterie deve essere ora di 16 ° C (61 ° F) o superiore prima che l’aereo possa decollare. Questo perché una batteria a bassa temperatura ha una resistenza interna più elevata, che causa una tensione inferiore rispetto a quella più calda. Una batteria con bassa tensione fornirà un livello inferiore di potenza al drone, e quindi imporrà un maggiore rischio di perdita di potenza.

Miglioramento della percentuale della batteria e rilevamento dei guasti (S2)

Il controllo percentuale della batteria prima del decollo è stato migliorato, e gli utenti saranno avvisati quando la batteria è difettosa o la carica residua della batteria salta improvvisamente a una percentuale superiore falsa. La tensione della batteria verrà utilizzata per verificare il valore SOC mediante l’ulteriore algoritmo DJI migliorato nel nuovo firmware. Questo valore SOC verrà confrontato con quello calcolato dall’algoritmo di calcolo SOC della batteria per determinare se esiste una lettura SOC “falso alto”. Se c’è una lettura SOC “falsa alta”, il drone non sarà in grado di decollare.

Enhanced Return-to-Home (RTH) o Landing automatico (S3)

Quando l’algoritmo DJI rileva una differenza nei livelli SOC (questo calcolo viene eseguito all’interno della batteria e quindi non è visibile agli utenti attraverso lo schermo) tra l’algoritmo e il livello effettivo troppo grande, RTH (Return-to-Home) sarà attivato a un livello di batteria rilevato del 30% e Automatic Landing (AL) attivato al 10% (basato sull’algoritmo DJI). I falsi allarmi osservati in precedenza, che hanno innescato RTH o AL in un piccolo numero di casi, sono stati ridotti drasticamente.

Per le batterie TB50 utilizzate con i droni della serie M200, l’aggiornamento del firmware imporrà questa nuova protezione della batteria:

Riscaldamento supplementare della batteria prima del decollo (S1)

Il riscaldamento aggiuntivo impedisce alle batterie di spegnersi improvvisamente a basse temperature. La temperatura di entrambe le batterie deve essere di 16 ° C (61 ° F) o superiore prima che l’aereo possa decollare. Questo perché una batteria a bassa temperatura ha una resistenza interna più elevata, che causa una tensione inferiore rispetto a quella più calda. Una batteria con bassa tensione fornirà un livello inferiore di potenza al drone, e quindi imporrà un maggiore rischio di perdita di potenza.

 

 

Ultimo firmware. Mentre l’aggiornamento non è obbligatorio, gli utenti proprietari di droni della serie M200 sono vivamente invitati ad aggiornare il loro drone e le batterie al firmware più recente. Chiediamo ai piloti di concedere più tempo prima del loro prossimo volo per eseguire questo aggiornamento per ridurre al minimo le interruzioni delle loro operazioni.

Notifica del firmware incoerente. Per il momento, i piloti che utilizzano i droni della serie DJI M200 e DJI Inspire 2 con batterie TB50 possono continuare a ricevere una notifica di “firmware incoerente” quando utilizzano batterie aggiornate con versioni di firmware differenti. Questo potrebbe bloccare il drone. DJI consiglia ai piloti di utilizzare batterie aggiornate con lo stesso firmware fino a quando non viene rilasciato un nuovo aggiornamento del firmware a gennaio.

La batteria impiega più tempo a riscaldarsi. Questo è causato da S1. DJI suggerisce ai piloti di preriscaldare le batterie o di tenerle a temperatura ambiente (circa 16 ° C / 61 ° F) prima di volare all’aperto per ridurre al minimo il rischio di interruzioni del volo.

Nel raro caso in cui un pilota sperimenta un trigger iniziale di RTH o AL:

Quando un drone avvia Smart RTH, i piloti possono interrompere e fermare RTH premendo la “X” sullo schermo
Quando un drone inizia AL, i piloti possono ancora guidare il drone usando il joystick per trovare la posizione di atterraggio più sicura. Spingere l’acceleratore può anche rallentare o neutralizzare l’aereo discendente.

È importante notare che queste risposte non sono causate da alcun errore hardware. Nei rari casi in cui si innesca un RTH o un AL precoce, ciò è dovuto alla strategia di mitigazione del rischio programmata nel nostro controllore di volo.

 

Mentre DJI, proprio come qualsiasi altro produttore, non può mai garantire la sicurezza assoluta in ogni caso, prendiamo molto sul serio la sicurezza e quindi stiamo affrontando questa situazione con molta cautela, mentre lavoriamo su una risoluzione a più lungo termine che verrà rilasciata a gennaio.

 

Come ulteriore guida, come con tutte le batterie al litio, ci sono diversi fattori che incidono sull’usabilità delle batterie TB50 e TB55, comprese le variabili esterne come il tempo e l’altitudine in cui si svolge il volo, oltre a fattori nel controllo come lo stoccaggio e metodi di gestione.

 

Di seguito sono elencati alcuni suggerimenti che DJI ha preparato per gli operatori di droni, in particolare quelli che eseguono operazioni in ambienti con clima freddo.

 

Pre-volo

Assicurarsi che le batterie siano completamente cariche prima dell’uso.
Preriscaldare la batteria a temperatura ambiente in modo che raggiunga i 16 ° C (61 ° F) (la temperatura della batteria può essere monitorata nelle app DJI Pilot / DJI GO / DJI GO 4).
Se l’ambiente è troppo freddo, sorvolare l’aereo per circa 1 minuto in modo che le batterie possano riscaldarsi fino a circa 16 ° C (61 ° F).
Mantieni i pacchi batteria caldi:
♦ Scaldamani.
♦ Il riso caldo è raccomandato poiché rimane caldo per lunghi periodi di tempo ed è riutilizzabile: microonde circa 5-10 libbre di riso secco in una grande busta richiudibile. Scaldare per 5- 10 minuti o fino a che non si scalda. Quindi posizionare in un dispositivo di raffreddamento di alta qualità con le batterie.
♦ Tieni le batterie vicine al tuo corpo per usare il calore del tuo corpo per tenerle calde.
♦ Preriscaldare le batterie durante il viaggio in modo che possano essere utilizzate immediatamente quando arrivano sul posto.
Durante il volo

Ricorda che i tempi di volo saranno ridotti quando si opera in ambienti freddi. Assicurati che ci sia una capacità della batteria sufficiente per consentire il ritorno a casa. Ciò vale anche per il telecomando in quanto potrebbe spegnersi durante il volo se i livelli della batteria non vengono monitorati.
Non far volare pacchi o pacchi parzialmente scaricati che sono entrati in modalità di autoscarica.
Quando si rimuove l’aereo da un ambiente caldo al freddo, lasciarlo acclimatare senza batterie per almeno 10 – 15 minuti.
Quando si sposta il telecomando da caldo a freddo, si potrebbe ricevere un errore di calibrazione. Se ciò accade, si prega di spegnere l’aereo ed eseguire una calibrazione RC tramite la scheda RC nell’app.
Assicurati di portare gli asciugamani asciutti e di asciugare l’umidità che potrebbe accumularsi durante il volo o sul campo.
Assicurati che tutti i contatti su fotocamere e batterie siano asciutti prima di installarli o metterli in magazzino.
I guanti intelligenti non sono un requisito ma una raccomandazione. I guanti intelligenti consentono l’utilizzo di dispositivi intelligenti senza la necessità di rimuovere il guanto.
Conservazione

Non conservare pacchi carichi a temperature inferiori a 0 ° C.
Non conservare mai le batterie all’aperto a basse temperature. Ciò potrebbe danneggiare seriamente i pacchi o ridurne drasticamente la vita. Le batterie devono essere conservate a una temperatura compresa tra 10 e 45 ° C (50 – 113 ° F).
Conservare sempre i pacchi tra il 50 e il 65% durante la conservazione. Se conservato per più di qualche mese, si consiglia di controllare regolarmente questi livelli di archiviazione. Si consiglia di caricare i pacchi in magazzino una volta ogni 90 giorni e quindi di restituirli a una percentuale di conservazione del 50 – 65%.
Si prega di leggere le nostre linee guida sulla sicurezza delle batterie di volo intelligenti per informazioni più dettagliate per contribuire a ridurre al minimo le potenziali interruzioni delle operazioni.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

https://i0.wp.com/eurodrone.online/wp-content/uploads/2018/07/eurodronetondo_150-100x100.png?resize=100%2C100&ssl=1
Eurodrone Flight Systems
Via Santuario, 18/A, 12012 Boves (CN)
info@eurodrone.it
+39 0171 390249
PIVA 03703260046

Iscriviti alla newsletter

Non lasciarti scappare incredibili offerte e novità del mondo dei droni